Nel Rojava che resiste – Storie, racconti e musiche dal Kurdistan assediato

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Nel Rojava che resiste – Storie, racconti e musiche dal Kurdistan assediato

11 Luglio- 19:00

Nel 1923, la Prima Guerra Mondiale è appena terminata. Le grandi potenze europee uscite vittoriose dal conflitto si ritrovano a Losanna, in Svizzera, e sedute al tavolino firmano un accordo che disegna i nuovi confini del Medio Oriente. Il Kurdistan, un’antica regione della Mesopotamia, è smembrato fra Turchia, Syria, Iraq, Iran.
Per i curdi tramonta così il sogno di un unico grande Stato, mentre lottano contro le politiche genocide dei governi colonizzatori.
Nel 2012, però, dai villaggi curdi del Rojava (regione a maggioranza curda nel nord est della Syria) vengono cacciate via le truppe del regime di Basha Al Assad: è l’inizio di un processo rivoluzionario che porta alla nascita dell’Amministrazione Autonoma Democratica della Syria del Nord e dell’Est (DAANES); una forma di governo che si fonda sui principi del Confederalismo Democratico. Dopo aver sconfitto l’IS (Stato Islamico), oggi questo sistema è perennemente
minacciato dalle cicliche operazioni militari che lo Stato turco lancia su questi territori.
Altri attacchi vengono sferrati ai curdi anche sul fronte curdo iracheno, in Turchia ed Iran dove migliaia di persone vengono perseguitate solo per la propria etnia.
Il Kurdistan non è solo guerra e persecuzioni. E’ il sole che sorge al mattino su campi di grano dal colore dell’oro ed è l’abbraccio accogliente di un popolo millenario ricco di musica, storia e cultura.
Ne parleremo, dalle 19.30, in un talk con Alessia Manzi, autrice di reportage su migrazioni, diritti umani e Medio Oriente, e attivisti dell’Accademia della Modernità Democratica.
Leggende e racconti tramandate attraverso la musica che Ashti Abdo ci farà ascoltare suonando il tembur, il re degli strumenti a corda della tradizioine curda.
Alessia Manzi
è autrice di reportage su migrazioni, diritti umani e Medio Oriente.
Scrive per testate nazionali e internazionali come Der Taz, Balkan Insights, L’Espresso, Il Manifesto, El Paìs e altre ancora. Ha collaborato ad un’inchiesta a più mani sul naufragio nel Canale della Manica del 24 novembre del 2022 per il magazine inglese The New European. Cura Mesopotamia Venti dal Medio Oriente, una newsletter con notizie e approfondimenti dai Paesi del Levante.
Ashti Abdo
Cantante musicista compositore e polistrumentista curdo. Fin da bambino vive immerso fra i colori e i suoni della natura che circonda Afrin, la sua città. Qui inizia a suonare il tembûr (saz) insieme al fratello ascoltando storie e canzoni tramandate dagli anziani. Giunto in Italia si esibisce sia come solista, che partecipando a diversi progetti come Domo Emigrantes (2012), esemble Piccola Banda Rebelde canta De Andrè (2014); Beja, racconto della guerra con improvvisazione insieme ad Angelo Petraglia e Francesco Forzani (2015); Abdo Buda Marconi (2016); FusaiFusa (2022).
Con il trio Abdo Buda Marconi ha recentemente pubblicato Oltremura, disco entrato nella Transglobal World Music Chart.
Nel mese di marzo è uscito il primo album con la formazione Fusaifusa.
Nel corso di questi anni lo studio di Ashti non si concentra solo sul sax. Il suo bagaglio musicale si arricchisce di altri strumenti come il mandolino, le percussioni, il duduk. Vince il premio DoReMiFaSud (2018), e nel 2020 si esibisce come al Teatro
Massimo di Palermo per il concerto di Capodanno. Nel 2021 e nel 2022 partecipa rispettivamente alle rassegne “Dal locale al globale” del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Cremona ed a “L’Altra Musica Incontri con le musiche etniche e popolari” del conservatorio Vivaldi di Alessandria.
L’accademia della Modernità Democratica (ADM) lavora per diffondere le idee e l’esperienza del Movimento per la Libertà del Kurdistan.
Attraverso pubblicazioni intende aprire discussioni con attivisti, accademici, movimenti anti- sistemici perchè si avanzi nella ricerca di un’alternativa radicale alla modernità capitalista e nella realizzazione di una vita libera. Svolge un lavoro di formazione politica ed ideologica; partecipa allo sviluppo di piattaforme e reti che contribuiscono al rafforzamento dello scambio internazionale di esperienze e intreccia lotte esistenti. Con queste attività, l’ADM intende contribuire allo sviluppo della modernità democratica e del socialismo democratico.
Talk ad Ingresso Gratuito con tessera Arci 
Live con contributo all’ingresso di 5

Dettagli

Data:
11 Luglio
Ora:
19:00
Categoria Evento:
Sito web:
https://www.facebook.com/events/325779133804921

Luogo

Magazzino sul Po
Murazzi del Po Ferdinando Buscaglione 18
Torino, 10124 Italia
+ Google Maps
Phone
3385341831
Visualizza il sito del Luogo

Organizzatore

Magazzino sul Po
Phone
3385341831
Email
info@magazzinosulpo.it
Visualizza il sito dell'Organizzatore